LABORATORIO

Con MISMAONDA L’ORATORIO DI SAN FILIPPO NERI SI FA LABORATORIO

Mismaonda nasce nei primi anni duemila all’interno di Sosia&Pistoia, gruppo societario che affonda i propri interessi in tutti i settori dello show business, dal management di oltre duecento personaggi tra attori, giornalisti, sceneggiatori, scrittori, intrattenitori, registi, chef stellati alle produzioni televisive, web, cinema, teatro e musica.

La sua vocazione all’interno del gruppo è quella dello sviluppo di progetti dal vivo, in particolare produzione e gestione di spettacoli teatrali e musicali, festival tematici, rassegne, eventi.

Mismaonda non aveva ancora trovato un suo spazio d’espressione, un luogo dove creare, un vivaio di professionalità future e incubatore di progetti: un LABORATORIO, insomma.

L’occasione è venuta grazie all’incontro con la Fondazione del Monte e il suo gioiello, l’Oratorio di San Filippo Neri. In principo Mismaonda ha realizzato lì, come altre realtà cittadine, piccoli cicli dedicati allo spazio, dall’ORGANO DIALOGANTE alle ORAZIONI alle SERATE D’ONORE, dando voce inconsueta a Paolo Fresu, a Omar Sousa, Cecilia Chailly, Roberto Herlitzka, Marco Baliani, Lella Costa, Piera degli Esposti e molti altri.

Da qui il desiderio di portare in questa prestigiosa vetrina cittadina il senso del proprio lavoro quotidiano attento ad indagare i nuovi linguaggi scenici, a cogliere le emergenze culturali, a sostenere un dialogo fattivo con il pubblico. Con un intento dichiarato: trovare per l’Oratorio un’identità precisa che ne valorizzi la bellezza architettonica, ne rispetti la storia, ne esalti la sua funzione di palcoscenico culturale di una Fondazione, la Fondazione del Monte, distintasi per l’attezione e la generosità nel sostenere la nascita e la crescita delle realtà di produzione di spettacolo in città.

Con Mismaonda l’Oratorio dei Filippini si fa quindi LabOratorio, cercando, insieme alla Fondazione del Monte, una sintesi tra il modello di ospitalità colta e di alto profilo che già lo connota e quello di fabbrica del pensiero aperta alle istanze contemporanee.

Per avvicinare pubblici diversi, dare spazio all’arte multiforme dello stare in scena e aprirsi a una moltitudine di linguaggi, da quelli più collaudati a quelli più sperimentali, per farsi specchio della società che ci circonda.

Continuerà ad essere lo spazio dove fanno tappa i migliori Festival locali, da Bologna Festival a Musica Insieme a Bologna Jazz Festival; dove le eccellenze culturali, una per tutte la società editrice il MULINO, trovano ampia espressione; dove i programmi si costruiscono attorno a temi portanti, creando percorsi, seguendo fili logici, lungo linee di indirizzo individuate da chi, all’interno della Fondazione del Monte, ha il ruolo di rappresentarne la visione culturale.